Lo Standard è per sua natura un formato estremamente mutevole ed instabile, che tende ad essere scosso ogni volta che la Wizards of the Coast rilascia una nuovo set. In questo caso, con Aether Revolt, possiamo parlare proprio di rivoluzione; oltre all’aggiunta delle nuove carte vi sono stati tre ban che hanno intaccato praticamente tutti i mazzi esistenti. Nelle ultime due settimane si sono svolti i primi tornei organizzati da Starcitygames negli States e in questo articolo ne analizzerò i risultati, cercando di trarre qualche conclusione in ottica del Pro Tour che si svolgerà questo weekend a Dublino.

Partiamo dal vincitore del torneo del 21/22 Gennaio:
 

constrictor

 

B/G Delirium by Brennan DeCandio

4 Grim Flayer

4 Mindwrack Demon

3 Rishkar, Peema Renegade

2 Tireless Tracker

4 Verdurous Gearhulk

4 Walking Ballista

4 Winding Constrictor

2 Fatal Push

4 Grasp of Darkness

2 Ruinous Path

1 To the Slaughter

3 Traverse the Ulvenwald

4 Blooming Marsh

2 Evolving Wilds

6 Forest

4 Hissing Quagmire

7 Swamp

Sideboard

1 Ishkanah, Grafwidow

1 Kalitas, Traitor of Ghet

3 Lost Legacy

2 Natural State

1 Nissa, Vital Force

1 Noxious Gearhulk

1 Ob Nixilis Reignited

2 To the Slaughter

3 Yahenni’s Expertise

 

Questa lista è un’evoluzione del vecchio Bg Aggro a base delirium, privata del compianto Smuggler’s Copter ma con l’aggiunta di un nuovo “nucleo” che credo vedremo spesso in questi mesi: Walking Ballista, Winding Constrictor e Rishkar, Peema Renegade. Winding Constrictor è una creatura incredibile, sinergica con praticamente tutto il mazzo, ci consente partenze davvero ingestibili. Allo stesso modo Rishkar, Peema Renegade ci garantisce quattro power distribuite su due creature per soli 3 mana e ci consente di giocare un Verdurous Gearhulk già al quarto turno; unica pecca il fatto di essere leggendario, che ha portato Brennan DeCandio alla scelta di giocarne solo 3. Ultima, ma non meno importante, Walking Ballista; forte in qualunque momento della partita, super sinergica con la tematica segnalini +1+1 , garantisce un po’ di reach per chiudere i game ed è un notevole mana sink. A mio parere la Ballista renderà ingiocabile praticamente ogni creatura con 1 di costituzione del  formato e sarà una dei protagonisti del  Pro Tour Aether Revolt.

In generale credo che questo mazzo, pur essendo ancora molto poco raffinato ( è pur sempre stato costruito la prima settimana del nuovo formato!) sia davvero forte; ha tutto ciò che cerco in questa categoria, ovvero partenze ingestibili, interazione, una buona side e parecchie carte flessibili per early e late game, tra le quali un tutore che ci consente di  giocare un numero di terre ridotto rispetto al normale.

 

Vediamo ora un’altra versione dello stesso archetipo:

B/G Aggro by Stephen Dykman

index

 

4 Aether Hub

3 Aethersphere Harvester

4 Blooming Marsh

3 Fatal Push

5 Forest

4 Glint-Sleeve Siphoner

3 Grasp of Darkness

4 Hissing Quagmire

2 Kalitas, Traitor of Ghet

2 Nissa, Voice of Zendikar

3 Rishkar, Peema Renegade

4 Servant of the Conduit

7 Swamp

3 Tireless Tracker

2 Verdurous Gearhulk

3 Walking Ballista

4 Winding Constrictor

Sideboard

1 Fatal Push

1 Grasp of Darkness

2 Lost Legacy

1 Murder

3 Natural State

2 Ob Nixilis Reignited

1 Tireless Tracker

4 Transgress the Mind

 

In questa lista ritroviamo un pacchetto energy per supportare Glint-Sleeve Syphoner e Aethersphere Harvester. Penso che questa lista sia stata costruita per affrontare un meta piu’ aggressivo grazie al lifelink del nostro veicolo e di Kalitas e alla velocità che guadagniamo con Servant of the Conduit. Purtroppo temo che nello pseudo mirror sia però sfavorita, in quanto gioca meno rimozioni, meno Gearhulk e Glint Sleeve Syphoner è parecchio scarso contro Walking Ballista.

 

Parliamo ora dell’altro pilastro del formato: Saheeli Combo.

La build del mazzo può procedere in due direzioni : control/combo (colori Jeskai) oppure midrange/combo( 4 colori, tutti tranne il nero ).

Un esempio di Jeskai Saheeli è la lista del vincitore dell’ SCG Richmond del 28/29 gennaio Dylan Donegan:

Jeskai Saheeli by Dylan Donegan

 

4 Aether Hub

4 Anticipate

3 Disallow

3 Felidar Guardian

2 Fumigate

4 Glimmer of Genius

4 Harnessed Lightning

2 Immolating Glare

4 Inspiring Vantage

7 Island

1 Nahiri, the Harbinger

2 Needle Spires

2 Negate

2 Oath of Jace

2 Plains

2 Port Town

4 Saheeli Rai

4 Spirebluff Canal

3 Torrential Gearhulk

1 Wandering Fumarole

Sideboard

3 Dispel

1 Fumigate

1 Linvala, the Preserver

1 Nahiri, the Harbinger

2 Negate

2 Quarantine Field

2 Radiant Flames

3 Spell Queller

 

Questa lista ricorda il defunto Splinter Twin da modern incorporando una strategia “fair” da normale mazzo control e un piano “unfair” che consiste in una combo di due carte che consente di chiudere la partita inaspettatamente. Dal mio punto di vista è proprio la coesistenza di questi due elementi il suo punto di forza;  giocando vi accorgerete che ci sono delle partite in cui potete fare Saheeli di terzo turno a board vuoto, che costringerà l’avversario a scegliere se tapparsi (e perdere spesso e volentieri)  oppure rimanere stappato e non fare nulla, ma fondamentalmente contro un mazzo control ciò equivale a perdere in quanto ci lascia il tempo di sistemarci la mano e chiudere la partita con i Torrential Gearhulk. In questo caso vediamo come Dylan ha deciso di settarsi contro i mazzi a base Bg giocando Fumigate maindeck

Lo svantaggio di questa lista è che i pezzi della combo, Saheeli Rai e Felidar Guardian, non sono sfruttati al massimo del loro potenziale e risultano a volte un po’ underpowered, sebbene Dylan giochi Oath of Jace proprio per sfruttare l’effetto blink del Felidar . A partire da questo limite i grinder di Scg hanno sviluppato la versione Four Color del mazzo, come quella pilotata da Jeffrey Ashkin fino al secondo posto dell’ Scg Richmond.

 

Four Color Saheeli by Jeffrey Ashkin

4 Aether Hub

1 Ajani Unyielding

3 Botanical Sanctum

2 Chandra, Torch of Defiance

2 Cloudblazer

4 Evolving Wilds

4 Felidar Guardian

3 Forest

3 Harnessed Lightning

2 Implement of Combustion

2 Inspiring Vantage

1 Island

1 Mountain

2 Needle Spires

1 Oath of Jace

4 Oath of Nissa

1 Panharmonicon

1 Plains

2 Prairie Stream

3 Prophetic Prism

1 Quarantine Field

4 Rogue Refiner

4 Saheeli Rai

4 Servant of the Conduit

1 Spirebluff Canal

Sideboard

2 Dispel

2 Fragmentize

3 Fumigate

2 Nahiri, the Harbinger

2 Nissa, Vital Force

2 Oath of Chandra

2 Spell Queller

 

In questo caso Saheeli e Felidar sono molto sinergiche con tutto il mazzo, che punta a fare value continuo tenendo però costante la minaccia della combo. Anche qui possiamo vedere come Jeffrey  sia settato per un meta pieno di Saheeli Combo grazie alle due copie di Implement of Combustion, che uccidono Saheeli quando viene targettata da Felidar. Se dovessi fare un paragone ad un archetipo esistente lo accosterei al vecchio Uw Panharmonicon con cui Seth Manfield ha fatto top 8 ad un Grand Prix a fine 2016, solo con una combo molto piu’ facile e veloce da assemblare.

 

Per ora il metagame sembra dominato da queste due strategie; vi sono tuttavia alcuni player che hanno riscontrato successo anche con Rg Energy e Ub Control. Vediamo un esempio di un mio favorito:

Temur Energy by Andrew Jessup

 

4 Electrostatic Pummeler

4 Bristling Hydra

4 Longtusk Cub

4 Servant of the Conduit

4 Voltaic Brawler

8 Forest

3 Mountain

4 Aether Hub

1 Botanical Sanctum

4 Game Trail

4 Blossoming Defense

4 Harnessed Lightning

4 Invigorated Rampage

4 Attune with Aether

4 Larger Than Life

Sideboard

4 Lathnu Hellion

1 Heroic Intervention

2 Natural State

2 Negate

4 Shock

1 Arlinn Kord

1 Island

Questo mazzo si può classificare come un aggro combo che può vincere partite dal nulla e che grazie a Blossoming Defense e Bristling Hydra è piuttosto resistente alle rimozioni. Dalla mia esperienza posso dire che può spesso bruciare i mazzi bg in velocità  e può tenere in scacco i mazzi con la combo , in quanto se si tappano out e si trova un modo per interrompere l’interazione Felidar-Saheeli, hanno quasi sicuramente perso sull’attacco successivo.

 

In conclusione il formato può non sembrare particolarmente vario, ma credo che i pro a Dublino tireranno fuori dal cilindro qualcosa di speciale. Sia Saheeli Combo sia Bg sembrano mazzi contro i quali ci si può settare molto e a mio parere ci sono strategie potenzialmente intrinsecamente favorite contro di essi. Se dovessi scegliere un punto di partenza per attaccare il formato, direi di analizzare i mazzi a base B/R Zombie che storicamente fanno molto bene vs Control possono giocare parecchie removal come Lightning Axe e Voldaren Pariah, molto incisive contro Bg.

A questo punto non resta che attendere e godersi del  buon sano Magic al Pro Tour!

Mattia